Ricerca semplice documenti
24 novembre 2017
Amazon, Molinari (Filcams): Adesioni vicine al 60%. Scioperiamo anche per interinali: per loro rischioso protestare oggi. Lunedì incontro azienda-sindacati

Lunedì confermato incontro con l'azienda sulle condizioni di lavoro nello stabilimento di Castel San Giovanni
24 novembre 2017
Amazon sciopero Piacenza Cgil
Fiorenzo Molinari, Cgil Piacenza - Amazon
Gianluca Zilocchi, Luigino Giove e Fiorenzo Molinari Cgil amazon

PIACENZA – Si dichiara “molto soddisfatto” per la riuscita della prima protesta dei lavoratori Amazon in Italia: “Abbiamo avuto adesioni che hanno superato il 50, arrivando vicine al 60%” dei dipendenti blue badge di Amazon. E per quanto riguarda i lavoratori green badge, ossia i “somministrati” dalle agenzie interinali nel capannone di Castel San Giovanni, Fiorenzo Molinari, segretario Filcams Cgil Piacenza, precisa: “Sono lavoratori troppo ricattabili: oggi è troppo rischioso per loro fare questa iniziativa di protesta. Ma noi siamo qui fuori anche per loro, e per quelli che hanno deciso di lavorare”.

“Lo sciopero è un successo perché stiamo organizzando lavoratori in gran parte giovanissimi, che si avvicinano a questa modalità di lotta con molta prudenza - prosegue Molinari - Ci siamo arrivati dopo più di un anno di dialogo infruttuoso con l'azienda: dialogo sì, purché non si arrivi a nulla. Oggi, vedere le persone con il badge verde dimostrare la condivisione delle ragioni dello sciopero pur sapendo l’impossibilità di aderirvi in quanto, appunto, interinali, per noi è stata una grande soddisfazione. Questa è una mobilitazione paradigmatica dei rapporti di forza nel mondo del lavoro”.

LE PROSSIME TAPPE

Lunedì, è confermato l'incontro tra sindacati e Amazon a Piacenza. “Credo che i sindacati confederali arriveranno più forti all'appuntamento di lunedì – spiega Molinari - Oggi c'è molta energia, i lavoratori hanno capito che unendo le forze possono ottenere risultati concreti, che in ultima analisi vadano a migliorare l'organizzazione del lavoro e la qualità di vita dentro e fuori il magazzino di Amazon. Scardinare l'impostazione di Amazon che punta ad una totale dis-intermediazione tra azienda e singolo lavoratore, in Italia e nel mondo, è una filosofia che contrastiamo. I sindacati stanno facendo un lavoro serio, la proposta è sul tavolo, e lunedì ne discuteremo forti di questo sciopero”.

SOLIDARIETA' A LAVORATORI SDA MODENA

Appresa la notizia di un incidente durante una protesta del sindacato autonomo a Modena, Molinari, ai lavoratori in sciopero ad Amazon, ha detto: “Esprimiamo vicinanza a tutti i lavoratori che cercano di affermare i loro diritti. Il nostro è un metodo rispettoso delle norme, che con i numeri e con il senso delle rivendicazioni vuole far avanzare le condizioni di lavoro. Siamo solidali anche con i SiCobas che stanno cercando di portare avanti le loro battaglie per i diritti dei lavoratori”.

 

Amazon: Camusso, lotta lavoratori è battaglia di civiltà 

 

Roma, 24 novembre - “Siamo con i lavoratori di Amazon senza se e senza ma. La lotta per un lavoro  dignitoso e rispettoso dei diritti è giusta. È una lotta che non solo condividiamo ma che vogliamo sostenere in tutti i modi possibili. È una battaglia di civiltà, di solidarietà, di straordinaria importanza per il futuro di tutti i lavoratori, non solo italiani.” E’ quanto afferma il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso.

 

Per la numero uno del sindacato di Corso d’Italia “Aver messo al centro delle loro richieste l’organizzazione del lavoro, la contrattazione dei parametri operativi, in definitiva gli algoritmi, è più che opportuno, è un atto di straordinaria intelligenza. Non è un caso se allo sciopero hanno aderito anche tanti altri stabilimenti in europa”.

 

“Amazon, come tante altre aziende, - conclude Camusso - deve capirlo, non saranno mai grandi se i lavoratori saranno sfruttati, non avranno un lavoro decente, non saranno trattati con dignità”.

 




 
Videogallery
Photogallery
Agenda
Link
Comunicati stampa